Hashtag, come aiutano la SEO nei social network

Hashtag, come aiutano la SEO nei social network

Hashtag SEO come aiutano a posizionarsi nei social network

Hashtag SEO come aiutano a posizionarsi nei social network

Sai come funzionano gli hashtag per la SEO e come possono essere utilizzati nei social network?

Sappiamo tutti che possono essere utilizzati su Twitter, Facebook, Instagram e LinkedIn, ma fino a che punto è corretto e quando abusiamo e danneggiamo il posizionamento online del marchio?
Questo è esattamente ciò che voglio spiegarti in questo articolo.

Hashtag come aiutano la SEO nei social network

Come probabilmente già sai, SEO e social network sono in relazione tra di loro, entrambi sono essenziali per qualsiasi strategia di marketing digitale. Essere popolari sui social network aiuta la SEO e, da parte sua, l’uso degli hashtag sui social network ci consente di ottenere sia interazioni che maggiore visibilità per le nostre pubblicazioni.

Per tutti questi motivi, gli hashtag (#) stanno diventando sempre più importanti nei social network. Questo elemento viene utilizzato molto spesso nelle strategie di marketing digitale quando si tratta di promuovere azioni sui social media e raggiungere così il pubblico target più ampio possibile.

In definitiva, gli hashtag rafforzano i post sui social media e le parole chiave sono vitali per i nostri sforzi SEO. Quindi il trucco principale è implementare le due strategie insieme in modo che la campagna di marketing digitale sia completa.

Cosa sono gli hashtag

Un hashtag è un tag di metadati preceduto dal carattere speciale, l’hash (#), che deve essere identificato rapidamente sia dalla piattaforma di pubblicazione che dagli utenti. Di norma, vengono utilizzati per contrassegnare l’argomento dei contenuti che condividiamo sui social network.

Ad esempio, l’hashtag più rappresentativo di questo post e che potremmo utilizzare per condividerlo sui social network sarebbe #HashtagsSEO o #SEOhashtag.

Digitando il carattere hash “#” davanti a qualsiasi parola chiave verrà creato automaticamente un collegamento di ricerca con questo termine, consentendo agli utenti di trovare più facilmente i contenuti correlati di interesse. Si potrebbe quindi affermare che gli hashtag sono le parole chiave dei social network.

A cosa servono gli hashtag

Il raggruppamento di queste parole chiave utilizzate dopo l’hash # permette di classificare i contenuti correlati e, mentre i creatori di contenuti le utilizzano per aumentare la portata delle loro pubblicazioni, gli utenti le utilizzano per effettuare le loro ricerche su un argomento specifico e quindi trovare argomenti di suo gradimento.

Così, grazie agli hashtag, non solo sappiamo di cosa parla l’argomento che è stato taggato, ma identifichiamo anche più facilmente quali persone stanno parlando attivamente di quell’argomento.

Questo è, infatti, il modo più diretto per verificare quali utenti stanno partecipando alla viralitá di un determinato trend.

Suggerimenti per posizionare gli hashtag nella tua strategia sui social media

Se sai già cosa sono gli hashtag, a cosa servono e come si relazionano con la SEO, dovresti anche sapere che devi usarli con saggezza.

La chiave è sfruttare ciò che già sai sulla SEO per aumentare la crescita organica dei tuoi profili sui social media attraverso l’uso di hashtag.

Quando creiamo una strategia di content marketing e iniziamo a sviluppare la strategia SEO per il nostro sito Web, la prima cosa che facciamo è la ricerca di parole chiave e gli stessi criteri si applicano agli hashtag.

Affinché l’implementazione degli hashtag nelle pubblicazioni dei social network aumenti l’interazione, dobbiamo raggiungere il nostro pubblico di destinazione, analizzare quali sono le tendenze e fare un elenco dei termini più utilizzati da tale pubblico. Questo può anche aiutarti a trovare argomenti di successo nel blog e viceversa, tutto conta!

Hashtag come aiutano la SEO nei social network

Ecco alcuni consigli per iniziare ad analizzare le parole chiave di base per i nostri hashtag:

  • Analizza i post e i gruppi sui social media in cui si trova il tuo pubblico. In questo modo saprai quale terminologia utilizza e quali sono i suoi argomenti di interesse.
  • Pensa che i motori di ricerca web e i social network condividano le tendenze. Pertanto, gli stessi strumenti che hai utilizzato per la ricerca di parole chiave in SEO possono aiutarti. Ad esempio, SEMrush, Ahrefs, Ubersuggest o Google Trends.
  • Se già in questa ricerca SEO hai preparato un considerevole elenco di parole chiave da inserire nel tuo piano di contenuti, prova a utilizzarne alcune prima nelle tue pubblicazioni sui social network prima che nel blog. Google impiegherà più tempo per indicizzare i post sul tuo blog e, inoltre, puoi verificare quanto sono efficaci queste parole chiave sui social network e qual è il loro volume di ricerca.
Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 6 Media: 5]