Come posizionare un sito web nelle prime pagine dei Motori di ricerca

posizionamento seo

posizionamento seo

Una delle cose che più ossessionano qualsiasi webmaster o professionista che deve creare un sito web, è il traffico che quel sito internet deve ricevere per essere visibile.

Il miglior modo per aumentare il  traffico e quindi la visibilità del sito web, è attraverso il posizionamento SEO.

Possiamo definire il termine SEO come un insieme di tecniche che dobbiamo eseguire per il  nostro progetto Web in modo da aumentare la visibilità nei diversi motori di ricerca.

A me piace definire il posizionamento dei motori di ricerca in questo modo :

La capacità di un professionista di rendere visibile il proprio sito web nei primi risultati dei motori di ricerca internet.

Sì, hai capito bene ! Oggi più ieri e a causa dei continui cambiamenti negli algoritmi di Google, il posizionamento web è diventato un’arte.

Per aiutarvi e rendere più facile la comprensione del termine SEO, qua di seguito ti spiegherò come funziona

Ho creato una breve lista delle 15 chiavi SEO più importanti per poter sperare in un buon posizionamento del tuo sito web sui motori di ricerca.
Le tecniche, i trucchi ed i fattori nel mondo del SEO sono moltissimi. In questa guida espongo quelli che considero essenziali e importanti e, naturalmente, quelli che hanno funzionato e lavorato per me.

Scegli le parole chiave giuste

Una delle cose più importanti quando si tratta di aumentare le visite o il traffico verso il tuo sito web è la scelta corretta delle parole chiave. Un errore comune è quello di preparare sezioni, scrivere articoli e creare pagine orientate ai tuoi interessi, senza prendere in considerazione gli interessi del tuo pubblico di destinazione, che sono davvero quelli che aumenteranno il tuo traffico.

Per effettuare una corretta selezione di queste parole chiave, puoi aiutarti con strumenti che sono sul mercato sel web, alcuni gratuiti ed altri a pagamento:

℗ Google Adwords Keyword Planner: questo strumenti gratuito e fornito direttamente da Google, e ti permette di ottenere dati precisi in base alle ricerche effettuate dagli utenti nel tuo motore di ricerca. Le funzioni più interessanti offerte da questo programma sono i dati esatti della ricerca (numero di persone alla ricerca di una parola chiave), la segmentazione geografica e la lingua e le idee suggerite. Quest’ultima funzione è molto interessante perché ti darà idee su altre parole chiave che gli utenti stanno cercando e sono correlate a quelle che stai cercando.

℗ Ubersuggest: uno strumento che suggerisce diverse parole chiave dalla parola chiave inserita. Molto utile se vuoi cercare idee nuove per il tuo business. Suggerisce decine di parole chiave che vengono cercate.

℗ Google Trends: Ti consente di analizzare le tendenze della Ricerca Google, per definire al meglio la tua strategia di posizionamento sui motori di ricerca.

Prepara il tuo sito web per il posizionamento SEO.

posizionamento seo

posizionamento seo

Ora devi trasferire l’analisi delle parole chiave sul tuo sito. Per questo è necessario avere le idee chiare sulle priorità, ovvero le parole chiave più importanti nella vostra azienda e il tipo di traffico che vi porteranno.

Ricorda anche che  tutte le pagine o le sottopagine devono avere link ricercabili dai motori di ricerca.

℗ URL amichevoli: gli URL devono contenere le parole chiave da posizionare.

℗ Tag titolo e descrizione: due tag importanti che devi compilare con criterio sono il tag Titolo ed il tag Descrizione che puoi trovare all’interno di ciascuna delle tue pagine.

Quando fai una ricerca web, Google restituisce diversi risultati, ognuno di questi risultati è composto da un titolo, una descrizione e un URL. Proprio queste 2 etichette che ho appena messo sono quelle che il motore di ricerca legge e raccoglie per mostrare nei suoi risultati.

℗ Crea la tua Sitemap e inviala a Google: devi creare una Sitemap per comunicare ai motori di ricerca le pagine del tuo sito web che possono essere scansionate. Questo è un file XML che elenca gli URL del tuo sito web e aggiunge diversi parametri di informazioni aggiuntive per i motori di ricerca come la frequenza di aggiornamento, l’importanza di ogni pagina

℗ Contenuti duplicati: Devi prenderti cura del tuo sito e controllare che non contenga contenuti duplicati. Un modo semplice per verificare questo è  Strumenti per i Webmaster di Google, che consentono di identificare questo tipo di contenuto.

Studia la tua strategia sui contenuti testuali del sito web

Il contenuto testuale del sito dovrebbe essere orientata verso l’utente, anche se non puoi ignorare i motori di ricerca.

℗ Lunghezza dei tuoi articoli: devi creare articoli unici e originali e il numero delle tue parole deve essere di almeno 300 parole.
 Struttura logica: i tuoi articoli devono avere una struttura logica. Per questo devi inserire diversi tag HTML come H1, H2, H3…
℗ I collegamenti interni: dobbiamo avere una valida strategia di collegamenti interni, non solo per facilitare motori di ricerca nella scansione delle nostre pagine diverse, ma per trasferire la pertinenza da una all’altra.
℗ Scrivi contenuti di qualità: bisogna scrivere contenuti che generano interesse e che servono per qualcosa.

℗ Cura i titoli delle pagine: nel titolo dei tuoi articoli o pagine non devi solo includere la parola chiave che vuoi posizionare, ma, questo titolo deve attirare o invitare gli utenti a leggere tutto il testo fino alla fine.

Controlla il tempo di caricamento del tuo Web (WPO)

I fattori che aumentano il tempo di caricamento di un sito devono essere presi in considerazione nella tua strategia SEO.

℗ Misura la velocità di caricamento del tuo Web: la prima cosa che dovresti fare è misurare il tempo di caricamento del web. Puoi misurare il tempo di caricamento con lo strumento Google, la velocità della pagina o lo strumento Strumenti Pingdom.

℗ Richieste al server: è conveniente fare il minimo di richieste possibili al proprio server. Si consiglia di avere tra 20-30, se si passano queste cifre si dovrebbe prendere misure. Per misurare questo, uno strumento che funziona abbastanza bene è GTMetrix.

℗ Comprimi le tue immagini: incomincia usando il formato corretto (png, gif, jpeg), continua ad indicare le dimensioni dell’immagine in HTML e finalizza a ridurre il peso dell’immagine il più possibile. Con lo strumento di ottimizzazione delle immagini di Dynamic Drive puoi farlo facilmente e online.

Questa guida riguarda solo la parte on site ovvero quello che effettivamente potete fare direttamente voi come ottimizzazione del vostro sito. Una buona strategia SEO prevede anche una parte di tecniche che riguarda la cosiddetta SEO off-site, ma ne parleremo in un altro articolo prossimamente 😉

 

[Voti: 5    Media Voto: 5/5]