Differenza tra sito penalizzato e sito bannato

Differenza tra sito penalizzato e sito bannato

Come sapere se sito web è bannato o penalizzato ?

Leggendo sul web e su diversi blog che parlano di SEO e Web marketing, ho constatato che molti utenti e webmaster, non hanno ancora capito la differenza fra un sito bannato ed un sito penalizzato.

Di solito quando si riscontra un calo nei risultati delle ricerche si tende subito ad  associare una penalizzazione, non è sempre così.


PENALIZZAZIONE

Il sito internet è presente con almeno una pagina web nei risultati di ricerca, ma non occupa la posizione che di solito occupava qualche giorno fa (diciamo nelle prime due pagine). Normalmente le penalizzazioni avvengono quando si usano tecniche SPAM (poco invasive e continuative ) per falsare i risultati della SERP.

BAN

Il sito viene completamente escluso dagli indici di Google (non si trova neanche digitando indirizzo web del sito sulla barra di ricerca). Questa esclusione dagli indici viene effettuata per il 45% in maniera automatica cioè a seguito di scansione motore di ricerca, ma più di frequente è un’operazione manuale dovuta a segnalazioni che giungono ai “controllori di google” che studiano i siti presenti fra i risultati di ricerca.


sito bannato

sito bannato / penalizzato

Ecco quali sono i motivi più frequenti per cui può essere penalizzato oppure bannato un sito web :

  1. utilizzo di tecniche SPAM (cloaking, doorways page ecc…)
  2. backlink ad un sito Bannato (se il sito linka ad un altro sito già bannato, il ban ricade anche sul sito contenente il link)
  3. creazione di un network SPAM
  4. Link reciproci su larga scala. lo scambio di link e i link reciproci sono naturali per alcuni scopi. Io linko i blogger che mi linkano quotidianamente. D’altra parte, un massiccio scambio di link troppo evidente può essere riconosciuto in maniera algoritmica e quindi sareste penalizzati prima o poi.
  5. Link nascosti nei template o nei contatori. Attualmente molti siti con template per WordPress o Joomla ben posizionati su Google sono solo truffe SEO, che portano a link nascosti nei template per essere diffusi in rete. Se usate questi link per fare “link building”, non meravigliatevi se sarete penalizzati.
  6. Ottenere troppi link troppo velocemente. Non sempre più link ci sono e meglio è. Anche i link buoni ottenuti in maniera veloce possono portare a essere penalizzati. Google controlla la velocità dei link – cioè in quanto tempo guadagni link – e se ottieni più link di quanti ne meriti, si rischia una penalità anche se sono perfettamente legittimi.
  7. Link a pagamento su siti con PageRank alto. Se è possibile sfuggire ai link a pagamento in gran parte dei casi, è abbastanza semplice accorgersi quando si acquistano link sui siti con alto Pagerank, quelli con valore 6 o più. Ci sono pochi siti che hanno page rank così alto e quindi i link a pagamento sono facili da scovare.
  8. Troppi link esterni o nessuno. Un sito web che ha più link esterni che vero e proprio contenuto può perdere la sua visibilità su Google. Questo potrebbe non accadere subito, ma avere effetti equivalenti. Inoltre i siti che non hanno alcun link esterno, oppure usano solo i link no follow credendo che sia una pratica SEO efficace, possono essere penalizzati integralmente.

Come capire se un sito web è stato penalizzato

  • effettuare una ricerca in Google per il dominio senza “http://www” ovvero solo “nomesito.it” Se il sito non è presente nelle prime 5 posizioni ci sono alte probabilità che il sito sia vittima di una penalizzazione
  • per essere ancora più certi, ripetere la ricerca anche includendo il www ovvero www.nomesito.it
  • come ultima prova cercare il nome del dominio senza “http://www” più una parola chiave, ad esempio nomesito.it+keyword principale. Se il sito non è presente nelle prime 5 posizioni la penalizzazione è certa al 99%. Potrebbe esserci quel 1% dei casi in cui quando facciamo queste prove Google sia in fase di rielaborazioni particolari

In definitiva per evitare sempre penalizzazioni o ban, bisogna stare attenti a queste macrocategorie :

  • Qualità ed autorevolezza dei BACKLINK
  • Attenzione agli OUTGOING LINK (link che puntano all’esterno dei siti )
  • CONTENUTI ORIGINALI E PERTINENTI all’argomento trattato sia per quanto riguarda i backlink che gli outgoing link
  • ADVERTISING
  • CATTIVA REPUTAZIONE E COMUNICAZIONE
  • Attenzione ai FILTRI DI GOOGLE

Ti piacerebbe avere un analisi gratuita sul tuo sito e sapere se è penalizzato o peggio ancora bannato ?

Compila i dati qua sotto e nel giro di 24 ore avrai una risposta sulla qualità e stato di salute del tuo sito

 


 

Nome

Cognome

E-mail (richiesto)

telefono (richiesto)

Città

Sito web da analizzare

Note

Cliccando sul pulsante "invia" autorizzi Gubitosa Pierfranco al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/2003

[Voti: 2    Media Voto: 5/5]